3 amici a cena – Terza Puntata – Milano Street Food

Siamo già a Milano, non riusciamo a tornare a Varese.
Decisione: andiamo a cena qui.
Le scelte offerte dalla metropoli sono infinite ma noi, dopo un giorno chiusi nei padiglioni della fiera TUTTO FOOD, avevamo voglia di aria aperta e quindi…
Street food.

Zona Porta Garibaldi – Prima Tappa – Mimì Gourmet conosciuto anche come Gourmet
Ora, non so per quale strano meccanismo, ma chiosco mi fa pensare a quello delle edicole. Dopo cena scopro che non mi sono sbagliata di molto, perché Giulio, il proprietario da settembre 2016, ci racconta che prima di essere un ristorante Gourmet da Street food, il chiosco era adibito alla vendita di funghi e tartufi, due ingredienti che ritroviamo nella sua cucina.


A cena con noi c’era Patrizia delle Curiose, avrebbe dovuto intervistarci, ma la serata è partita frizzante e si è conclusa spumeggiante e, tempo per l’intervista, non ce ne stato. Troppo impegnati a mangiare bene e a divertirci.


Ma torniamo a Mimi, ognuno di noi ha preso un piatto diverso come nostra consuetudine.
Io ho scelto un hamburger di Fassona al tartufo… vi lascio solo immaginare quale bontà!
Lo chef ha assaggiato un carpaccio di tonno: eccellente è stato il suo commento.
Nicholas ha optato per un fritto di pescato del giorno e ha fatto uno sbaglio facendone assaggiare un po’ ad ognuno di noi che, per poco, glielo finivamo. Commento unanime: favoloso.
L’ospite, Patrizia Emilitri si è lanciata con un panzerotto al granchio. Si è rifiutata di farcelo assaggiare, ma ha garantito che era eccezionale.
Ricapitoliamo: attenzione alle materie prime, prezzi assolutamente competitivi, cibo cucinato egregiamente.
Bravo Giulio, promosso.
Soddisfatti e piuttosto allegri ci dirigiamo verso la seconda tappa della nostra serata.
Aria di San Daniele, un furgone attrezzato a gastronomia con vendita di solo prosciutto del consorzio di 31 produttori di del Friuli.
Il prosciutto è così buono da far resuscitare un morto e il formaggio che lo accompagna è alla sua altezza. Di più, il servizio al tavolo sotto le stelle del firmamento meriterebbe le stelle di Michelin.
Si mangia in piazza, seduti su sgabelli e tavolini realizzati con bancali di legno. Colonna sonora della serata una signora che canta per i fatti suoi e contribuisce all’allegria generale.


Difatti ci compriamo delle orecchie di pelo rosa da playboy con tanto di led luminosi. Se le indossa Anita Palladio, reporter di guerra, perché noi no?
Le ore passano e ci avviamo al termine della serata.
Ultima tappa: il dolce da California Bakery.


Se avete problemi con la glicemia non entrate, girate alla larga, ma se siete sani come pesci e anche un po’ golosi, questo è il posto giusto per voi.
Ogni tipo di torta americana dalla cheese cake alla apple pie, muffin, brownies, torte multi piano e multi gusto comprese, una gioia per gli occhi e anche per il palato. Per la linea… tornate al parcheggio di Lambrate a piedi.
Unica avvertenza, le fette regular non sono normali sono extra large, regolatevi in base a quanto può ancora contenere il vostro stomaco.
La serata si conclude felicemente, siamo allegri, satolli e non vediamo l’ora che arrivi mercoledì prossimo per un’altra puntata di

 

3 amici a cena

 

Per i video delle altre puntate clicca qui: