Archivi tag: ristrutturare

Estate, tempo di bricolage e ristrutturazioni – parte prima

Con l’arrivo della bella stagione, puntuale come il pagamento delle tasse, nasce in me la voglia di bricolage. Luglio e agosto sono i mesi in cui mi trasformo in Giuseppe il falegname. È il momento giusto per seguire la fantasia in tutto quello che mi propone.
Quest’anno, pulendo le sdraio e le sedie da giardino, mi sono accorta che anni di lavaggi avevano rovinato la plastica e, di conseguenza, il bianco non era più bianco, ma un grigio verde melma che non si poteva proprio guardare.

Mentre verniciavo dei comunissimi vasi di plastica con uno smalto lucido dai colori brillanti, ho pensato: ma se posso fare i vasi, perché non posso fare sedie e sdraio?

Detto e fatto.
Ci ho provato e il risultato è stato questo.

Bello vero? Fa allegria, ma non solo, con lo smalto lucido basta una passata con una spugnetta umida e tutto è sempre perfettamente pulito.
Come ho fatto? Adesso ve lo spiego.
Per prima cosa, in un colorificio, acquistate una bomboletta (per i più pigri) oppure un impregnante da dare col pennello. L’impregnante serve perché così lo smalto aderisce meglio alla superficie da trattare. Poi comprate dello smalto sintetico del colore che preferite e un certo numero di pennelli e rulli, a seconda di quello che dovete dipingere. Non dimenticatevi l’acquaragia, a meno che non vogliate andare in giro tatuati a colori.
Una volta che avrete tutto il necessario, potete incominciare.
Prendete la vostra sdraio, lavatela accuratamente con acqua e sapone, fatela asciugare bene e dategli una mano leggera di impregnante. Quando è perfettamente asciutta, passate allo smalto.

ATTENZIONE non è smalto ad acqua, ma sintetico, va da sé che l’odore è piuttosto forte, quindi vi consiglio vivamente di fare questi lavori o in giardino o in un locale molto, ma molto ben aerato.

Dopo la prima mano lasciate asciugare per 24 ore, quindi procedete o alla seconda mano oppure ai ritocchi.
Lo stesso procedimento si usa per cambiar faccia a dei comunissimi vasi di plastica. Non saprei se le piante ne gioveranno di colori così brillanti e solare, il mio umore di sicuro.

SalvaSalva