Safra – torta di semola

Ingredienti

Per la torta:
2 uova
1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di olio di semi
1 bicchiere di acqua
1/2 bustina di lievito
3 bicchieri di semola di grano duro

Per lo sciroppo:
250 g di zucchero
1 bicchiere di acqua
1/2 limone spremuto
3 cucchiai di acqua di fiori d’arancio

Istruzioni per cucinare

Mescolate con le fruste elettriche lo zucchero e l’uovo fino ad ottenere una crema gialla leggera, poi aggiungete olio, acqua, farina e lievito, continuando a mescolare bene fino ad ottenere un composto uniforme. Se volete preparare la variante libanese del dolce, sostituite uno dei 3 bicchieri di semola con un bicchiere di farina di cocco.
Foderate una teglia grande (non ho un righello, però diciamo due spanne di base e una spanna di altezza, ok?) con la carta da forno e versate l’impasto.
Portate il forno a 180° e fate cuocere la torta un’oretta, finchè la superficie non è dorata e compatta.
Mentre la torta cuoce, mescolate in un pentolino dal fondo spesso lo zucchero, l’acqua e l’acqua di fiori d’arancio per preparare lo sciroppo: il liquido deve più o meno dimezzarsi, ma non deve diventare scuro, quindi tenete bassa la fiamma e aspettate pazientemente, mescolando di tanto in tanto.
Una volta sfornata la torta, versatevi sopra abbondante sciroppo e lasciatela riposare per 5 o 6 ore prima di mangiarla. Per servire la safra, è d’obbligo per tradizione tagliare il dolce a rombi e mettere al centro di ogni rombo una mandorla.
p.s. nel caso non fosse ancora chiaro, vi ricordo quando dico bicchiere intendo i bicchieri della Nutella, mi raccomando; non un boccale di birra, non una coppa da cocktail, non un bicchierino da chupito. Un bicchiere della Nutella: tutti, prima o poi, ne avranno uno!
In Egitto la chiamano basbousa, in Libano la fanno aggiungendo il cocco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: